Prosecco.it — Conegliano Valdobbiadene DOCG

Il superiore per l’ambiente

Un consorzio sempre piu green

Produrre sempre più in armonia con l’ambiente. E’ questo uno dei principali impegni del Consorzio di Tutela che, in questi anni, ha dato vita a una serie di progetti per lo sviluppo di una viticoltura sempre più sostenibile.

Grazie al lavoro dell’Ufficio Tecnico e della Commissione Viticola, il territorio si è dato un codice di autoregolamentazione per la gestione del vigneto in modo sempre più rispettoso dell’ambiente e di chi vi abita. Il Consorzio di Tutela ha inoltre realizzato sperimentazioni all’avanguardia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, il Centro Ricerche Viticole di Conegliano (C.R.A.), Veneto Agricoltura e altri soggetti, con l’obiettivo di conservare e valorizzare la biodiversità, trasformare scarti di potatura e vinacce in energie rinnovabili e ridurre l’utilizzo di prodotti fitosanitari.

Tutti i numeri

protocollo viticolo 2017

Protocollo Viticolo 2017

Il Protocollo Viticolo nasce dall’esigenza di guidare, garantire e monitorare un processo di cambiamento nelle pratiche di utilizzo dei prodotti fitosanitari verso forme caratterizzate da maggiore compatibilità e sostenibilità ambientale e sanitaria, con particolare riferimento alle pratiche agronomiche per la prevenzione e/o la soppressione di organismi nocivi.
Un livello elevato di tutela dell’ambiente unito al miglioramento della qualità e del benessere di vita devono essere integrati nelle politiche del
territorio della Docg Conegliano Valdobbiadene e garantiti conformemente al principio di libertà di impresa e di sviluppo dell’area.
Tutte le informazioni contenute in questo documento sono riprese di volta in volta all’interno del Bollettino Agrometeorologico del Consorzio e degli altri enti di assistenza tecnica operanti nel territorio, Co.Di.Tv., Cecat e Cantine Sociali quali cardine e riferimento indispensabile per azioni di governo della difesa della vite che riprendano i canoni della lotta integrata e che rispondano alle contingenze dell’annata viticola.

protocollo 2016

Protocollo viticolo 2016

Il Protocollo Viticolo della DOCG Conegliano Valdobbiadene è un documento sottoscritto da una commissione di esperti presieduta dal Consorzio volto a promuovere e salvaguardare il territorio di produzione e la bellezza del suo paesaggio. Le linee guida per una gestione avanzata della difesa integrata della vite in esso contenute riprendono i canoni della lotta guidata/ragionata secondo le LTDI della Regione Veneto e sulla base degli indirizzi normativi dettati dal D.Lgs 150/2012, in particolare dal PAN e suoi dectreti applicativi recepiti dai comuni della DOCG. Lo scopo è quello di minimizzare l’impatto ed il rischio dell’uso dei prodotti fitosanitari nei confronti dell’uomo e dell’ambiente.

progetto-vitinnova

Progetto Vitinnova

Innovazioni nella difesa della vite per la riduzione dei trattamenti con prodotti fitosanitari

progetto-biodilieviti

Progetto Biodilieviti

Ripristino della biodiversità delle popolazioni di lieviti autoctoni in vigneto nel Conegliano Valdobbiadene per una ecologia ecosostenibile che riduca l’uso di solfiti e di lieviti selezionati non autoctoni

progetto-residuo-0

Progetto residuo 0

Eliminazione dei trattamenti chimici comportanti residui in campo ed in cantina

progetto endoflorvit

Progetto Endoflorvit

Flora spontanea e microorganismi endofiti nel vigneto: sviluppo di un sistema agricolo che valorizzi e salvaguardi la biodiversità.

Biodivigna

Biodivigna: la varietà della vite

Creazione di un modello di recupero e gestione del patrimonio di biodiversità viticola nel sistema del vigneto collinare del Conegliano Valdobbiadene

Schermata 01-2457050 alle 10.34.51

Vinaccia e legno

Recupero, valorizzazione e utilizzo di biomasse da attività vitinicola nell’area di produzione del Conegliano Valdobbiadene DOCG

Schermata 01-2457050 alle 10.35.09

Progetto D.E.R.I.V.A

Progetto per la difesa ecosostenibile per la riduzione dell’inquinamento nella viticoltura avanzata, un tema molto sentito nelle zone a viticoltura intensiva come quella del Conegliano Valdobbiadene